CHI E’ IL SESSUOLOGO O LA SESSUOLOGA CLINICA

Il sessuologo e’ preferibilmente uno psicologo (meglio se anche psicoterapeuta), che ha seguito una formazione specifica in ambito sessuologico. Possiede cosi’ le competenze teoriche e pratiche per poter diagnosticare ed eventualmente curare determinate patologie sessuali. Di solito la formazione consiste in una specializzazione almeno biennale nel campo della sessuologia clinica. Chiaramente un corso quadriennale in sessuologia clinica aumenta le competenze del sessuologo.

Tra i diversi professionisti nel campo medico,  il sessuologo, non è una figura, almeno in Italia, riconosciuta e come tale non ha un Albo dei sessuologi. Ma pur non essendo legalmente riconosciuta, tale figura negli ultimi anni ha sempre più attirato l’attenzione dei media , dei diversi medici di base e degli utenti.

In particolar modo il sessuologo ha sempre più consolidato una collaborazione con andrologi, ginecologi , endocrinologi e medici di base. Quest’ultimi  quando incontrano un paziente che presenta  problematiche di origine psichica sempre più spesso richiedono il suo  intervento.

Coloro che si definiscono Sessuologi sono per lo più medici o psicologi – psicoterapeuti.

Per altre professionalità, invece, – come insegnanti, infermieri etc. – le competenze del sessuologo sono un importante contorno ad altre competenze.  Queste pero’ non permettono loro di affrontare la questione in maniera diretta e mirata. E’ possibile solo all’interno di un lavoro di rete con altre professionalità, oppure con un approccio strettamente informativo ed educativo.

Quindi solamente laureati in psicologia e in medicina possono effettuare consulenze in ambito sessuologico.

COS’E’ IL COUNSELING IN SESSUOLOGIA

Il counseling in sessuologia consiste in una consulenza di pochi incontri. In genere è focalizzata su di uno specifico disturbo sessuale come, ad es., disturbo dell’eiaculazione, dell’erezione, del desiderio, dell’orgasmo femminile ecc.
La finalità principale di questo intervento e’ legata al fornire delle risorse per affrontare e superare il disturbo all’interno della coppia. Dopo aver fatto una diagnosi differenziale rispetto alla sussistenza di cause organiche o psicogene che contribuiscono al mantenimento del disturbo.
Il consulente durante la diagnosi differenziale e nel trattamento del disturbo può avvalersi della collaborazione di altri specialisti come, ad es., l’andrologo o il ginecologo.

 

 

 

Sessuologia

 

sessuologo torino
sessuologo torino